Il frutto della passione

Questo post è per Eva. E’ per me. E’ per chi abbia voglia di leggerlo.

Sono stati giorni impregnati di pesantezza, gli scorsi. Giorni col fiato sospeso.

Chi la segue sui IG lo sa.

Ci siamo conosciute on line vari anni fa, e l’anno scorso incontrate finalmente di persona. Ora tutto ciò che ci stava giungendo sembrava impossibile.

il frutto della passione

Eppure in questi giorni Eva ci ha insegnato tanto.

Io, per lo meno, ho capito l’importanza di dare un senso. A ciò che si ha attorno, alla nostra quotidianità, a ciò che spesso diamo per scontato, pur consapevoli della sua importanza.

Ho capito l’importanza del sorridere, del godere, del beneficiare di ciò che abbiamo.

L’importanza del celebrare la vita, la nostra unica e importantissima vita. Celebrarla in tutte le sue forme, in tutte le sue sfumature, anche quelle che a volte ci fanno arrabbiare.

L’importanza di amare, senza limiti, senza freni. Poterlo fare è un privilegio grande, anche di più dell’essere amati.

Poi finalmente le belle notizia sono arrivate, ne eravamo tutti certi.

E allora, di nuovo, lei ci ha insegnato la forza, il potere della mente, del pensiero positivo.

L’importanza di guardare sempre avanti, sempre in alto, sempre al meglio.

L’importanza di sorridere, di sollevare la testa, di prendersi e portarsi in salvo. O dove si vuole.

Possiamo essere i portori di un messaggio positivo, possiamo ogni giorno regalare un sorriso, possiamo ogni giorno creare qualcosa di bello.

E dobbiamo – abbiamo il dovere – di celebrare quello che di bello abbiamo già.

Grazie Eva, tutto questo ce lo hai insegnato tu!

Per chi non la conoscesse, seguitela! E’ una forza della natura, un inno alla vita, all’amore, alla libertà. Grata di poterti chiamare amica!

Il suo blog: ilfruttodellapassione.com

Il suo IG: Il Frutto della Passione

Ps. Un’altra grande donna che fa parte della mia vita mi aveva già insegnato tutto ciò, anche se spesso non l’ho voluto capire. Chi mi conosce lo sa, ed è giusto che le venga riconosciuto.

3 commenti

  1. bhè tu l’ hai conosciuta, e sembra pur logico che scrivi, ma ha del particolare che ne scriva io che manco l’ ho mai sentita al telefono.
    Seguivo il suo blog di rado e per lunghi periodi mai, mi sembrò strano che rispondesse un po’ a tutti, e in special modo mi dedicò del tempo, e di volta in volta non dimenticava mai chi ero e cosa le avevo scritto, nonostante io sia ….incostante con il blog a cui cambio faccia scritte e nome perchè amo il cambiamento. Suo marito somiglia pari pari a mio padre, e se è davvero come lui è molto fortunata ad averlo. Per quanto riguarda ciò che le è successo io mi tengo le mie idee che a conti fatti non valgono, se dovessi sentirla ti prego dille che la saluta quella che ha un percorso in comune con sua madre, forse potrebbe addirittura ricordarsi. un abbraccio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...