Imparare dai miei figli

Non ho mai creduto a quelle frasi tipo “i miei figli mi hanno insegnato molto“, “ho imparato tanto dai miei figli”.

Pura retorica, mi sono sempre sembrate. Frasi belle da dire, quelle dal like assicurato.

I miei figli mi hanno portato ad informarmi molto, a prendere consapevolezza di aspetti della vita che prima ignoravo, mi hanno portato ad imparare molte cose nuove. Ma non sono stati loro ad insegnarmi qualcosa.

Questo, finchè li ho guardati con gli occhi di una mamma. Innamorata, ma consapevole delle responsabilità che loro comportano per me. Consapevole del mio dovere di essere avanti a loro, di far loro strada nel mondo, di assicurare loro il percorso migliore, o per lo meno fare del mio meglio a tal fine.

Poi, una sera, intenta nel mio solito prendermi cura di loro prima di andare a dormire, un lampo nel cielo. Un nuovo punto di vista. Non più quello esclusivo di mamma, ma quello di persona. Li ho visti con gli occhi di un essere umano che guarda altri essere umani. Di un’anima che guarda altre anime. Anime belle, sicuramente più pure della mia.

Ed è stato in quel momento in cui ho realizzato che loro, (che voi amori miei, se mai un giorno mi leggerete), che voi avete tanto da insegnarmi. La purezza, innanzitutto, che mi auguro possiate conservare il più a lungo possibile, consapevole che la vita e il mondo si metteranno d’impegno per portarvela via.

La bontà, quella che viene dal profondo, quella che si legge negli occhi, che va di pari passo con la sensibilità. Quella che il mio Nico possiede in quantità industriali, a volte quasi da spaventarmi, conscia del pericolo che si corra quando è maneggiata delle persone sbagliate. Ma così bella da farmi commuovere ogni volta che la colgo nel suo sguardo, fermandomi a riflettere su come sarebbe più bello, il mondo, se ci fossero più occhi così.

E poi il sorriso, il suo potere, quando sfocia in risata, ma anche quando rimane semplicemente tale, un gesto di apertura verso il mondo, verso l’altro. Gratuito, ma potente. E facile, per la mia Anita. Che sembra essere nata sorridendo. Perché un sorriso è ciò che regala a chiunque, al primo sguardo. Mille sono quelli che regala a noi, sempre pronta a dispensarne in qualsiasi momento, rendendone ognuno speciale. E questo è quello che mi insegna ogni giorno con la sua solarità. Che sorridere è bello, fa felice gli altri e ci rende migliori. Il sorriso porta felicità, a chi lo fa e a chi lo riceve.

E quindi eccomi qui, a pensare a quello che i miei figli mi stanno insegnando. Mi è bastato abbassare le barriere, aprire il cuore e ascoltare, per vedere dei maestri in coloro a cui credevo di dover essere io ad insegnare la vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...