Com’è l’infanzia di mio figlio?

Ho un ricordo bellissimo della mia infanzia.

I miei genitori, i nonni, la vita all’aria aperta.

I giochi a non finire, le merende in giardino, le amiche del cuore.

Mia mamma che faceva la pizza.

I compiti in cucina e i cartoni animati il pomeriggio.

La camomilla la sera e la TV prima di andare a letto.

“Leggi un pochino che poi vengo a spegnerti la luce”.

Le coccole. Quel senso di protezione, la consapevolezza di avere un luogo sicuro fatto di pareti e soprattutto di abbracci.

Il periodo più dolce, la mia infanzia.

Mi capita spesso di chiedermi come la stia vivendo mio figlio.

l'infanzia di mio figlio

Quando si alza la mattina, gli preparo la colazione, cercando di infondergli calma, ma consapevole di essere di corsa.

Quando esce da scuola e torniamo a casa assieme. I pomeriggio in cui giochiamo e quelli in cui ho un sacco di cose da fare e la mia risposta alle sue (mille) domande è sempre “aspetta!”.

Quando preparo la cena, ed è un miracolo se piace a tutti.

La sera quando sono stanca, ma non rinuncio mai a metterlo a letto e leggergli un libro, o anche due.

Mi chiedo se lui, in questo continuo correre di noi genitori, percepisca la stessa dolcezza, lo stesso senso di protezione che provavo io quando ero piccola.

E mi chiedo se anche mia mamma, nel suo trasmettermi sensazioni così belle e rassicuranti, fosse sempre affannata, sempre di corsa, sempre preoccupata per qualcosa, senza farmelo percepire mai.

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...